"a Dio vada tutta la gloria, poichè questa è l'opera del SIGNORE, ..."

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"a Dio vada tutta la gloria, poichè questa è l'opera del SIGNORE, ..."

Messaggio  Lieto Annuncio il Dom 8 Mar 2009 - 23:05


“a DIO vada tutta la gloria, poiché questa è

l’opera del SIGNORE,…"


Mi chiamo Alfonso NOTONICA e voglio dare gloria a Dio per l’opera che Egli ha compiuto nella mia vita.

Nel 1987, quando sono rientrato in Italia dalla Germania, ho fatto un concorso come collaboratore scolastico (ex bidello) e, dal giorno che ho presentato questa domanda, ci ho creduto con tutto il mio cuore.

Da quel giorno cominciai a pregare che Dio mi desse grazia. Il 22 Gennaio 2001 mi chiamarono per la mia prima supplenza di scuola e ringraziai il Signore perché, dopo 14 anni, ciò si stava realizzando. Così, sono trascorsi 4 anni di gavetta lavorando un po’ qua e un pò là, girando un bel pò di scuole fra Palermo e provincia. Riuscivo a lavorare quattro, cinque mesi in un anno, facendo molti sacrifici,. fintanto che sono riuscito a fare 24 mesi di servizio riuscendo a passare dalla seconda fascia alla prima. Grazie a Dio, questo è accaduto nel mese di aprile di quest’anno, ma naturalmente mi sono posizionato fra gli ultimi in graduatoria e, continuando a pregare insieme alla mia famiglia, dicevo: “Signore quest’anno mi devi dare grazia di prendere la mia prima annualità ma ti prego, Signore, fa si che non mi mandino in qualche paese lontano o ad Ustica”.

Questa era la mia preghiera, e pregavo continuamente: “Signore dammi grazia”.

Così, dal 26 al 29 agosto, al Provveditorato di Palermo ci furono le convocazioni, e vi lascio immaginare la mia ansia. L’ultimo giorno si fermarono chiamando la posizione 1008, ma io mi trovavo in posizione 1013. Continuavo a pregare “Signore si sono fermati, mancano 5 posti per arrivare fino a me, fai si che spuntino pure questi altri 5 posti”. Dopo 4 giorni furono chiamati altri 2, fino alla posizione 1010, così io pregavo: “Signore ne mancano altri 3 fa sì che arrivino fino a me e mi diano il posto qui a Palermo”.

L’8 settembre alle ore undici, circa, al mio cellulare chiama la signora incaricata del Provveditorato che già mi conosceva, dicendomi: “signor Notonica lo sa perché la sto chiamando?” Le rispondo “mi auguro che sia una bella notizia” e lei replicando: “proprio così, ci sono 3 posti e arriveremo a chiamare fino a lei”. Pieno di gioia e, ringraziando il Signore, rispondo: “dove sono questi 3 posti?” Lei mi dice: “uno a Palermo, l’altro a Polizzi Generosa, e l’altro a Lercara Friddi e credo proprio che a lei spetti Lercara Friddi; lo so è un po’ lontano…”. A queste parole rispondo: “va bene signora, se questa è la volontà di Dio..va bene accetto”.

Questa conversazione telefonica era avvenuta a bordo della mia automobile, trovandomi insieme a mio padre; naturalmente ero contento per il posto di lavoro, ma ero anche un pò dispiaciuto perché avrei dovuto lavorare a circa 90 Km da casa e, quindi, avrei dovuto percorrere ben 180 Km al giorno per andare e tornare da scuola.

Cominciai immediatamente a pregare in macchina, dicendo: “Signore, io ti ringrazio per il posto di lavoro che stavo aspettando già da parecchi anni, ma la mia preghiera non Ti è stata fatta per andare a lavorare lontano ma qui, a Palermo; ma pure, se questa è la Tua volontà va bene lo stesso”. Così proseguii per la mia strada, continuando nel mio consueto lavoro; ma verso le 13 e 15 squilla ancora il mio telefonino; era il capo ufficio un uomo che conoscevo bene (sig. M). Quando mi resi conto della sua identità dissi fra me: “e adesso, cosa è successo?” Questi mi disse: “signor Notonica le posso fare una domanda a livello personale? se vuole può anche non rispondere”. Io acconsentii, così mi chiese: “lei è un credente?”; “Per grazia di DIO” risposi, “lo sono già da parecchi anni”; lui replicò: “allora, domani mattina prima che si presenti in ufficio, vada ad accendere una candela alla madonna perché, proprio in questo istante è arrivato un fonogramma per un posto disponibile domani, qui a Palermo, quindi credo che questo sia il suo posto”.

A queste parole, risposi felice: “a DIO vada tutta la gloria, poiché questa è l’opera del SIGNORE, perché queste cose le fa solo il SIGNORE GESU’ CRISTO”.

Nel chiudere questa comunicazione, vi lascio immaginare come ho ringraziato il SIGNORE per questo grande miracolo, fatto – pensate - nell’arco di due ore e mezza.


Vostro fratello in Cristo
Notonica Alfonso

Salmi 37:7
Sta' in silenzio davanti al SIGNORE, e aspettalo; non adirarti per chi ha fortuna nelle sue imprese, per l'uomo che ha successo nei suoi malvagi progetti


Habacuc 2:3

perché è una visione per un tempo già fissato; essa si affretta verso il suo termine e non mentirà; se tarda, aspettala; poiché certamente verrà; e non tarderà.

Lieto Annuncio
Admin

Numero di messaggi : 42
Data d'iscrizione : 25.10.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum